Lorenzin: "Importante passo avanti"

Senato, commissione Sanità approva ddl sulla responsabilità medica

di oggisalute | 3 novembre 2016 | pubblicato in Attualità
il-medico-di-famiglia-ora-si-cambia-on-line-7520

Via libera in commissione Sanità al Senato al ddl Gelli sulla responsabilità dei medici. “Un altro importante passo avanti: la Commissione XII Senato ha approvato il ddl sulla responsabilità del medico”. Così, ha commentato su Twitter il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, annunciando l’approvazione del ddl. Il testo dovrà ora passare all’esame dell’aula di Palazzo Madama, prima di tornare a Montecitorio per l’approvazione definitiva.

Una delle novità più significative del ddl è prevista dall’articolo 6, sulla penale responsabilità dell’esercente la professione sanitaria. L’articolo introduce una nuova norma nel codice penale, l’articolo 590 ter, composto da due commi.

Il primo comma prevede che “l’esercente la professione sanitaria che, nello svolgimento della propria attività, cagiona a causa di imperizia la morte o la lesione personale della persona assistita risponde dei reati di cui agli artt. 589 e 590 solo in caso di colpa grave”.

Il secondo comma statuisce che “agli effetti di quanto previsto dal primo comma, è esclusa la colpa grave quando, salve le rilevanti specificità del caso concreto, sono rispettate le buone pratiche clinico-assistenziali e le raccomandazioni previste dalle linee guida come definite e pubblicate ai sensi di legge”.

“Intendo ringraziare tutti i componenti della commissione sanità del Senato – dichiara il sottosegretario alla Salute, Vito De Filippo – per l’approvazione delle legge sulla responsabilità dei medici. Si tratta di una norma di civiltà, che permette ai professionisti di svolgere il loro lavoro con maggiore serenità, lasciando inalterate le tutele per i pazienti. Siamo a un solo passo dall’approvazione definitiva di un provvedimento atteso da decenni, e sono certo che il passaggio alla Camera verrà superato in tempi brevissimi”. Lo dichiara Vito De Filippo, sottosegretario alla Salute.

Lascia un commento


+ 4 = dieci