I risultati saranno presentati a Singapore

Assistenza ai pazienti anziani,
nuovo progetto d’eccellenza a Palermo

di oggisalute | 3 aprile 2017 | pubblicato in Attualità
salvatore-corrao

Da Palermo a Singapore. I risultati di nuovo progetto pionieristico sull’assistenza ai pazienti anziani, operativo all’ospedale Civico del capoluogo siciliano, saranno presentati il prossimo luglio al congresso mondiale di nursing che si terrà a Singapore.

Nell’Unità operativa complessa di Medicina interna con reumatologia e dermatologia dell’ospedale Arnas Civico, Di Cristina, Benfratelli di Palermo, diretta da Salvatore Corrao (nella foto), è stato implementato un modello di approccio “multidimensionale” al paziente ambulatoriale sulla base dei principi del “Chronic Care Model”.

A causa dell’invecchiamento progressivo della popolazione, ed alla conseguente più lunga aspettativa di vita, come documentato da un recente rapporto dell’Ocse, sono in aumento le patologie croniche coesistenti nello stesso paziente, con più complicanze e costi delle terapie.

“Diventare anziani con patologie croniche, comorbidità, deterioramento cognitivo, problemi sociali ed economici – spiega ad Oggisalute il professor Corrao – crea di per sé una condizione di fragilità ed è prevedibile un aumento anche del ricorso all’ospedalizzazione con un ulteriore aumento dei costi. Per questo abbiamo sfruttato i fondi di un progetto ministeriale per mettere a punto un percorso diagnostico-terapeutico di valutazione multidimensionale dei pazienti anziani con un approccio alla complessità tipico della specialità di medicina interna”.

“Quest’approccio – prosegue Corrao – è stato progettato per valutare il paziente-persona e non la singola patologia, per evidenziare una sua fragilità ma contemporaneamente per avere una completa valutazione (in particolare cardiovascolare, metabolica, respiratoria, psicomotoria e nutrizionale) in un ottica multidimensionale, sfruttando al meglio anche le altre specializzazioni presenti nell’ospedale, con un forte coordinamento internistico ed una ottimizzazione terapeutica complessiva”.

Il progetto è gestito da un team multiprofessionale tra cui un infermiere specializzato che gestisce l’intero processo, i medici, un nutrizionista ed un podologo. Un ambiente dedicato per la valutazione multidimensionale con personale specializzato, permette al paziente di avere valutazioni più complete in breve tempo, senza lunghe attese e difficoltà per il paziente stesso e per il suo caregiver.


LA TABELLA 1 MOSTRA LE CARATTERISTICHE DELLA POPOLAZIONE STUDIATA

tabella1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA FIGURA 1 METTE IN EVIDENZA LE VARIE FASI DEL PROCESSO ASSISTENZIALE

figura1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

figura1bis

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA FIGURA 2 MOSTRA LA FREQUENZA DELLE PRINCIPALI PATOLOGIE CRONICHE, DELLO STATO NUTRIZIONALE E COGNITIVO

figura2

Lascia un commento


1 + = cinque