L'autunno è la stagione più difficile

Caduta dei capelli, possibili cause
e trattamenti per combatterla

di oggisalute | 4 novembre 2015 | pubblicato in Attualità
capelli

(PUBBLIREDAZIONALE) La caduta dei capelli è un problema che colpisce molte persone, in qualunque età e di qualunque sesso. Esistono sul mercato numerosi trattamenti anticaduta, prodotti che contrastano la caduta dei capelli, rinforzandoli quando sono indeboliti e fragili o stimolandone la crescita.

Perché cadono i capelli? Diverse possono essere le cause. Ed è buona regola cercare di individuare la causa per un’azione di contrasto più efficace e duratura.

Tra le principali cause del diradamento dei capelli vi sono certamente:

Sesso: gli uomini ne perdono di più delle donne.

Cambiamenti climatici come i cambi di stagione (in autunno e primavera la caduta aumenta).

Stato di salute: ad esempio l’assunzione di farmaci può alterare il normale ciclo di vita dei capelli

Densità dei capelli: più capelli si hanno maggiore sarà la caduta

Condizioni psicofisiche di stress

Spazzolatura, in quanto la spazzola provoca un trauma meccanico che facilita la caduta

Fumo o alimentazione inadeguata

Genetica

Lavaggi frequenti con shampoo inadeguato

Squilibri ormonali durante la gravidanza o dopo il parto nelle donne

La perdita di (pochi) capelli è fisiologica in quanto il ciclo di vita di un capello si articola in 3 fasi:

1. Crescita (Anagen), dura da 3 a 6 anni.

2. Involutiva(Catagen), dura 3 settimane circa. Un questa fase la crescita si arresta e la radice si stacca dal fondo.

3. Riposo (Telogen) e caduta, da 2 a 3 mesi. Il capello cade o è spinto da un nuovo capello in crescita.

Quando la caduta dei capelli deve destare preoccupazione? In linea generale i capelli hanno cicli di crescita sfasati tra loro. In una situazione normale, l’85% dei capelli è in fase di crescita, l’1% in quella involutiva e il 14% in quella di riposo. Se però la fase di crescita è molto breve, i cicli di vita del capello si accorciano e i capelli cessano di crescere, con l’effetto di una caduta precoce dei capelli.

Per mantenere le chiome forti e lucenti il primo consiglio è di seguire una adeguata dieta alimentare, basata su cibi ricchi di vitamine, C e del gruppo B (frutta e verdure fresche, pasta, pane e riso integrali), proteine solforate (uova, carne e pesce), sali minerali, rame, zinco e magnesio (carne e pesce). Infine assumere latte e yogurt, contenenti calcio e minerali. In caso di carenze di queste sostanze è possibile ricorrere ad appositi integratori utili alla salute dei capelli o minerali.

Alcune sostanze possono venire in sostegno di chi ha un problema più o meno temporaneo di caduta dei capelli e che sono alla base di trattamenti d’urto o di mantenimento che contrastano il diradamento della capigliatura, rinforzandoli dalla radice alla punta.

Tra queste:

ARGININA: aminoacido essenziale che costituisce la Cheratina, componente fondamentale del capello. Stimola la microcircolazione sanguigna, favorendo l’apporto dei nutrimenti essenziali alla crescita del bulbo.

AMINEXIL: rinforza la guaina di collagene che circonda il capello e più saldamente al cuoio capelluto.

VITAMINA F: partecipa alla costituzione della ceramide della fibra che forma la cuticola. Forma uno scudo protettivo su tutta la fibra.

VITAMINA E-Alfa Tocoferolo: l’olio di germe di grano è una fonte d’origine naturale di alfa-tocoferolo (vitamina E). La vitamina E è l’antiossidante degli acidi grassi polinsaturi.

VITAMINA B2 contribuisce ad un rendimento normale del metabolismo energetico.

VITAMINA B5 idratante

VITAMINA B6 contribuisce alla sintesi di cisteina, costituente della cheratina

VITAMINA B8 migliora la moltiplicazione cellulare

VITAMINA C e zinco permettono di mantenere in salute capelli e unghie.

ZINCO E RAME rafforzano il bulbo pilifero

METIONINA che favorisce la formazione della cheratina

AMINOACIDI: L-cisteina ed L-metionina: i principali costituenti delle proteine che compongono il capello.

Lascia un commento


× quattro = 28